Ricette

Quinoa & cavolo crudo

Ingredienti per 2 persone 

150 g quinoa*
qualche foglia di cavolo couve manteiga**, cavolo riccio, kale, cavolo da minestra o cavolo nero
una cucchiaiata di talli d’aglio tritati oppure uno spicchio di aglio 
un pizzico di peperoncino 
2 cucchiai di olio extra vergine di oliva
un cucchiaino di succo di limone 
un cucchiaino di Sale di Nocchia (secondo il vostro gusto)
una manciata di nocciole 

Procedimento 

Tagliate  il cavolo a striscioline e riponetelo in un recipiente. Procedete a preparare l’emulsione di sale di nocchia: mettete in un vasetto di vetro sale di nocchia,  olio, limone, peperoncino, aglio tritato. Chiudete il tappo del vasetto, scuotetelo energicamente finché non si sarà prodotta una emulsione cremosa e versatela sul cavolo. Lasciatelo marinare per circa mezz’ora con l’emulsione. 
Prima di procedere alla cottura è consigliato pulire bene la quinoa sotto l’acqua fredda, per allontanare la saponina, sostanza che rende i semi amari. 
Procedere alla cottura in acqua bollente per circa 8-10 minuti. A cottura avvenuta, quando i chicchi avranno iniziato ad aprirsi, scolatela e raffreddatela subito in acqua fredda. 
Aggiungete il cavolo marinato alla quinoa cotta e raffreddata. Assaggiate di sapore e se necessario aggiungete a piacere un altro cucchiaino di sale di nocchia. 
Amalgamate e servite con una spolverata di nocciole tritate.

* Per molti che pensano che il consumo della quinoa non sia eticamente sostenibile, ricordo che ci sono ormai coltivatori di quinoa anche in Italia, la quinoa che uso io è coltivata in Romagna.

**il “couve manteiga” è un cavolo coltivato in Brasile e Portogallo dalle foglie molto morbide e dal sapore dolce e delicato. È simile a varietà di cavolo ormai rare in Italia, come il cavolo da minestra campano. Spesso viene utilizzato a crudo e marinato, ma è anche ottimo per zuppe, minestre o saltato semplicemente in padella. Di recente è arrivato in Romagna dove ha riscosso subito successo per il suo sapore interessante e le sue notevoli proprietà. 

Giulia Pieri è una chef romagnola, specializzata in cucina vegetale integrale e probiotica. Dopo varie esperienze nell’ambito della cucina, si specializza nella fermentazione di cibi e bevande, cercando di rendere il cibo un mezzo per prendersi cura di se stessi. Organizza e tiene corsi di cucina, lavora comae chef freelance in eventi privati e su richiesta e cene a tema. Propone percorsi di formazione sulla cucina asiatica che ha avvicinato nel corso dei suoi viaggi. Collabora infine con Carlo Nesler sia nella produzione di cibi fermentati che in ambito formativo. La sua è una cucina vitale, fatta di equilibrio, struttura e umami. Attraverso i cibi fermentati la sua cucina si arricchisce in gusto, sapori inaspettati e stimolanti. Allo stesso tempo il cibo diviene più digeribile e potenziato di proprietà nutritive, vitamine ed enzimi. Ama rielaborare nuove e antiche ricette, e ama viaggiare per ricevere nuovi stimoli, con uno sguardo sempre attendo all’autoproduzione all’etica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Facebook
Instagram