Ricette

CHIPS DI CAVOLO NERO

Ingredienti 

500 g cavolo nero pulito
200 g semi di girasole
1 spicchio aglio fermentato
60 g kombucha oppure salamoia o succhi di verdure
fermentati
30 g Salsa Ariete (o altro shoyu)
20 g olio
200 g acqua
1/2 cucchiaino di curry 

Procedimento 

Ammollate i semi di girasole per almeno 4-5 ore.
Lavate bene il cavolo, eliminando la parte  più fibrosa del gambo.
Frullate tutto il resto degli ingredienti, al fine di ottenere una salsa cremosa.
Spalmate accuratamente la crema sulle foglie di cavolo.  

Stendete le foglie nell’essiccatore a 40° C per circa 8 ore o più, finché non saranno completamente essiccate e croccanti. 

Si conservano in barattoli, preferibilmente di vetro, per una o più settimane. Se le chips sono conservate in un ambiente piuttosto umido potrebbero perdere un po’ di croccantezza. Potete rimetterle in essiccatore per farle tornare croccanti.

Se non avete a disposizione un essiccatore, potete cuocerle anche in forno a circa 150° C per circa mezz’ora o fin quando non risulteranno croccanti.

Giulia Pieri è una chef romagnola, specializzata in cucina vegetale integrale e probiotica. Dopo varie esperienze nell’ambito della cucina, si specializza nella fermentazione di cibi e bevande, cercando di rendere il cibo un mezzo per prendersi cura di se stessi. Organizza e tiene corsi di cucina, lavora comae chef freelance in eventi privati e su richiesta e cene a tema. Propone percorsi di formazione sulla cucina asiatica che ha avvicinato nel corso dei suoi viaggi. Collabora infine con Carlo Nesler sia nella produzione di cibi fermentati che in ambito formativo. La sua è una cucina vitale, fatta di equilibrio, struttura e umami. Attraverso i cibi fermentati la sua cucina si arricchisce in gusto, sapori inaspettati e stimolanti. Allo stesso tempo il cibo diviene più digeribile e potenziato di proprietà nutritive, vitamine ed enzimi. Ama rielaborare nuove e antiche ricette, e ama viaggiare per ricevere nuovi stimoli, con uno sguardo sempre attendo all’autoproduzione all’etica.